Menu

Lo Stato Sociale - Facile (Regaz Version)

ciao aMigos - videochat gratis e senza registrazione - Lo Stato Sociale - Facile (Regaz Version)

il 8 agosto - Musica
116 visite
Facile (Regaz Version)' è disponibile anche qui: https://umi.lnk.to/Facile

Una produzione Garrincha Dischi
Regia: Matteo Bombarda & Davide Spina
Direttore della fotografia: Arturo Bernardi
Operatori: Davide Polato, Arturo Bernardi, Davide Spina
Montaggio: Davide Polato
Scenografa: Emanuela Astolfi
Assistente: Nikola Maric
Trucco: Francesca Piani
Sound design: Riccardo rossi
Produzione: Undervilla productions.
Si ringrazia la Film Commission Bologna per il sostegno e la collaborazione
il corpo dei Vigili Urbani di Bologna e Bruno Baraldi

Musica e parole: Lodovico Guenzi, Alberto Cazzola, Alberto Guidetti, Francesco Draicchio, Enrico Roberto, Matteo Romagnoli.
Edizioni: Garrincha Edizioni Musicali, Sony ATV, BKM.
produzione artistica: Fabio Gargiulo. Registrazioni di Fabio Gargiulo e Massimo Sciannamea presso Effettonote Studio - Yellow Rabbit di Milano e Donkey Studio di Medicina (Bo). Missate e masterizzate da Sabino Cannone presso MoReVox Studio di Milano.
Suonato da Alberto Cazzola, Lodovico Guenzi, Alberto Guidetti, Francesco Draicchio, Enrico Roberto.
Hanno suonato inoltre: Fabio Gargiulo (chitarre, programmazioni e tastiere), Massimo Sciannamea (programmazioni), P-Funking Band (fiati) e Matteo Costa Romagnoli (cori).

Segui ‘Lo Stato Sociale’ su:
Facebook - https://www.facebook.com/statosociale
Instagram - https://www.instagram.com/lostatosociale
Twitter - https://twitter.com/lostatosociale

-- | LYRICS |--

Maledetto inverno, maledetta estate
Maledetta sete che non passa mai
Ma tu hai detto, "manchi, sola non ho pace"
O volevi dirlo e hai scritto, "come stai?"
In ogni tuo "sempre" c'è un "quasi"
In ogni tuo "mai" un "fino a domani"
Saranno tutte notti i nostri giorni
Tutte albe i nostri tramonti
Ti amo, ti odio, ti pago una birra
Tu non sei una stella, ma una scintilla
Dove passi i pensieri si fanno canzoni
E tornano di moda le mezze stagioni

Con te la vita è così facile da essere impossibile
L'amore è così fragile da rompere le regole
La musica è più semplice, suonare è come ridere
E sono così libero che posso essere debole

Ed i gay sono tutti sensibili ed i neri hanno il ritmo nel sangue
Le donne sono tutte intelligenti, il cervello degli uomini è nelle mutande
I drogati iniziano con le canne
Quella di destra è la tetta più grande
I comunisti hanno tutti la villa in Versilia
In Italia non c'ha memoria neanche un elefante
Ma quanti discorsi del cazzo per venire da te
Forse fanno un test per idioti prima di salire sui treni
Poi mi sfotti, mi baci, mi urli in faccia e mi meni
Ma finché ci sei tu il mondo non è degli scemi (oh)

Con te la vita è così facile da essere impossibile
E l'amore è così fragile da rompere le regole
La musica è più semplice, suonare è come ridere
E sono così libero che posso essere debole
La vita è così facile da essere impossibile
L'amore è così fragile da rompere le regole
La musica è più semplice, suonare è come ridere
E sono così libero che posso essere debole

La vita è così facile da essere impossibile
L'amore è così fragile da rompere le regole
La musica è più semplice, suonare è come ridere
E sono così libero che posso essere debole

Music video by Lo Stato Sociale performing Facile (regaz version). (C) 2018 Garrincha Dischi, under exclusive license to Universal Music Italia srl
04:00
clicca per votare
  • 0 commento

Eliminare Commento?

Sicuro/a di voler eliminare questo commento? Operazione irreversibile.

Elimina Annulla

Delete Feed?

Sicuro/a di voler eliminare questa attivita?

Impossibile eseguire questa azione.

Elimina Annulla